Centro polifunzionale

Roma (IT), 2005

Committente:

privato

Incarico:

studio di fattibilità

Importo:

7.500.000,00 €

Esito:

progetto consegnato

Progetto:

Arch. Raffaele Salvi

Mostra Galleria

Torna Indietro

Ridefinire l'area compresa tra il Vicolo di S. Onofrio e il Lungotevere in Sassia al fine di dotare la città di un nuovo fronte di ingresso al Rione Trastevere, attraverso un centro polifunzionale ("Intrastevere") rivolto tanto ad un'utenza occasionale e turistica quanto a quella cittadina, ristabilendo relazioni urbane tra parti della città e tra la città ed il suo Fiume.
E' questo in sintesi lo scopo di un progetto che si confronta con uno brano di città che da più di cinquanta anni chiede di essere risolto e per evidenti ragioni di decoro e immagine urbana e per un valore storico-logistico intrinseco all'area stessa, sebbene fortemente compromesso dagli interventi urbanistici relativi alla  costruzione dei lungotevere, dell'asse ponte-tunnel Principe Amedeo di Savoia ed infine dalla realizzazione del sottopassino.
Lo studio di tali interventi e delle trasformazioni storico-morfologiche ad esse legate, accompagnato da approfondite indagini dirette sul campo, è stato posto come base imprescindibile per l'acquisizione di una coscienza storico-critica in previsione della proposta progettuale. 
Quest' ultima ha puntato, da un lato, al recupero e alla reinterpretazione di  tali suggestioni storiche, dall'altro alla rilettura di elementi propri del Rione, il tutto coeso da un nuovo segno urbano anch'esso fortemente ispirato e legato al contesto.