Edilizia residenziale in P.d.Z.

Roma (IT), 2009

Committente:

Soc.Coop.di Produzione e Lavoro a.r.l. EDIL COOP

Incarico:

progetto preliminare, definitivo, esecutivo e direzione lavori

Importo:

3.600.000,00 €

Esito:

in fase di realizzazione

Progetto:

Arch. Stefano Salvi

Con:

Arch. Raffaele Salvi

Collaboratori:

Arch. Wanessa Bruno
Arch. Barbara Budoni
Arch. Alessandro Ceci

Mostra Galleria

Torna Indietro

Il progetto che prevede la realizzazione di n. 35 alloggi, si sviluppa in altezza su quattro livelli abitativi compreso il piano terra, oltre un parziale piano con soffitte di pertinenza degli appartamenti del 3° piano.
Il piano interrato occupa le autorimesse accessibili con apposita rampa esterna e i locali cantina.
L'intervento edilizio può definirsi a "corte aperta", essendo infatti composto da due corpi di fabbrica fronteggianti non paralleli ma inclinati tra loro con un angolo di 20° ed uniti, prima dell'angolo convergente, dallo sviluppo degli alloggi di testata sui tre livelli superiori escluso il piano terra. 
Il passaggio al di sotto del ponte formato dal lato minore della stessa "corte aperta", rivolto verso la strada di piano sulla quale si aprono gli accessi al comparto, diviene quindi l'ingresso pedonale alla corte sulla quale si aprono i due distinti accessi all'edificio.
La relativa vicinanza delle facciate fronteggianti ha consigliato di adottare una distribuzione a ballatoio evitando fenomeni di introspezione tra gli alloggi.
La corte interna così individuata si apre verso sud nella direzione del fosso Cervaro che, riqualificato nell'area di sua pertinenza, diverrà la naturale conclusione verde della stessa corte.