Parcheggio multipiano, arredo urbano e servizi

Guidonia Montecelio, Roma (IT), 2008

Committente:

Comune di Guidonia Montecelio

Incarico:

progetto preliminare, definitivo, esecutivo e direzione lavori

Importo:

3.380.000,00 €

Esito:

in fase di realizzazione

Progetto:

Arch. Stefano Salvi

Con:

Arch. Raffaele Salvi

Collaboratori:

Arch. Wanessa Bruno
Arch. Alessandro Ceci

Consulenti:

Ing. Massimo Pagliara (strutture)
Sequas Ingegneria (impianti)

Mostra Galleria

Torna Indietro

L'intervento si inserisce a ridosso della porta d'accesso al centro storico di Montecelio in un'area verde fortemente degradata  interposta tra le mura della città storica a nord e una spina di case degli anni '50 a sud.

Il progetto oltre a rappresentare una sistemazione di riassetto urbano del centro storico di Montecelio, di sistemazione di nuovi spazi urbani di aggregazione, di riordino del sistema della sosta, di alleggerimento della stessa in alcune delle sue strade, si pone anche quale possibile elemento di incentivazione ad usufruire di un itinerario ricco di preesistenze archeologiche, storiche e culturali e di pregio paesaggistico.

L'impianto di progetto si sviluppa per una lunghezza di circa 120 ml ed è costituito per larga parte da un corpo di fabbrica di profondità variabile tra 15 e 16 ml compreso tra il limite di via Fuori le Mura ed il muro di contenimento posto a valle del terreno in oggetto e di 26 ml in corrispondenza della porzione di fronte antistante la Porta Nuova.

Il carattere, in gran parte ad uso pubblico dell'impianto, e le particolari caratteristiche del lotto sul quale insiste l'intervento, hanno indotto ad adottare un sistema di circolazione veicolare "a senso unico di marcia", configurando così la presenza di un nuovo sistema viario a ridosso del quale si posizionano i 124 stalli per la libera sosta.

Vengono così proposti tre differenti livelli del parcheggio collegati da rampe carrabili e da percorsi verticali pedonali e meccanici atti al superamento delle barriere architettoniche in due dei quali trovano posto anche 34 box privati per i quali è prevista la vendita.

L'uscita veicolare dal parcheggio è posta in corrispondenza della pari quota assunta dalla adiacente Via Fuori le Mura, strada quest'ultima che, nell'ambito della ridefinizione e della riorganizzazione della circolazione veicolare diverrà a senso unico di marcia.

L'attenzione al rispetto delle caratteristiche ambientali presenti nel sito e nel suo intorno, insieme alla necessità di realizzare un intervento che giustificasse il suo progetto in ragione della capacità di offrire adeguate soluzioni alle esigenze evidenziate dalla Amministrazione Comunale, ha indotto ad adottare alcuni criteri progettuali che, uniti a soluzioni architettoniche e materiali scelti, desse luogo ad un linguaggio di segni architettonici adeguati al dialogo ed al confronto con il contesto.

Si � voluto considerare l�intero impianto non un parcheggio rinchiuso in un contenitore ma, specialmente per la parte pubblica, un percorso urbano sviluppatesi su pi� livelli sovrapposti, sempre pi� �aperto� man mano che si sale di livello, sino a diventare, in corrispondenza dell�ultimo livello, una vera nuova strada a cielo aperto con soprastante piazza e belvedere e annessi servizi.

Al fine del miglior impatto ambientale la maggior parte delle strutture verranno rivestite con pietra locale recuperata dagli scavi in roccia che l�intervento presuppone, lasciando tale roccia a faccia vista all�interno delle corsie di marcia, altrettanta attenzione � stata posta nell�integrazione di nuove piantumazioni con gli elementi architettonici che si tramutano in un verde progettato fortemente integrato e protagonista dell�intervento.