Scuola Materna

Guidonia, Roma (IT), 2007-2009

Committente:

Comune di Guidonia Montecelio

Incarico:

progetto preliminare, definitivo e direzione lavori

Importo:

590.617,00 €

Esito:

opera realizzata

Progetto:

Arch. Stefano Salvi

Con:

Arch. Raffaele Salvi
Arch. Stefano Giacchini

Impresa:

Soc. Guidonia 2007 s.c. a r.l. c/o Impresa Mancini s.r.l.

Mostra Galleria

Torna Indietro

Il Progetto risponde all'esigenza dell'amministrazione comunale di dotare gli abitanti della località Marco Simone di una scuola materna di quattro sezione da realizzare nell'arco temporale di 12 mesi, da cui la scelta di operare attraverso un intervento che ricorresse ad un sistema di prefabbricazione che potesse garantire oltre a tale obiettivo temporale, le necessarie caratteristiche prestazionali ed un adeguato livello estetico-architettonico. 
Il progetto si sviluppa attraverso l'aggregazione razionale degli elementi modulari nel rispetto della conformazione del lotto e dei vincoli in essi presenti, ricercando la migliore configurazione spaziale al fine della definizione di spazi atti alle attività proprie delle scuole di infanzia.
La riconoscibilità dei diversi spazi diventa elemento caratterizzante l'intervento attraverso la scelta di distinguerli cromaticamente gli uni dagli altri. E' cosi che le sezioni esternamente vengono tutte trattate con un giallo acceso mentre le attività libere e la mensa con il colore verde, le zone di distribuzioni di blu e i locali accessori e ad uso delle educatrici e degli assistenti di grigio, le quattro sezioni all'interno infine sono ognuna caratterizzata da un colore.
Tale scelta non sta ad indicare solamente una volontà di carattere architettonico-compositivo, ma si pone quale elemento didattico-percettivo nei confronti dei piccoli fruitori della scuola, allo stesso modo lo sfalsamento delle bucature nei prospetti in corrispondenza delle sezioni e dei locali igienici che diventa elemento altrettanto caratterizzante l'intervento prende spunto dalla volontà di offrire affacci esterni percepibili ad altezze adeguate per lo sguardo dei bambini.